Psicologo: come opero

Chi sono, come opero, come la penso. La voce dello psicologo di Roma

Dr. Vittorio Mendicino
Vittorio Mendicino (psicologo, psicoterapeuta di Roma)

psicologo psicoterapeuta
psicologo presentazione


Ecco come opero
In queste righe voglio dire qualcosa affinché l’eventuale visitatore, cliente – paziente possa farsi un’idea più precisa e fare una scelta più consapevole nel caso decida di indirizzare verso di me il suo interesse per un consulto o una psicoterapia.
Desidero che abbia più elementi per poter meglio discernere e che ci sia più trasparenza nel rapporto e nella scelta. So che non è facile descrivere la realtà delle cose e che rischio anche di apparire autoreferenziale, ma ho deciso di scrivere qualcosa ugualmente.
Mi sono laureato in psicologia nel 1980, ho frequentato “Lo Spazio Psicoanalitico” di Roma, Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica fondata dal prof. Paolo Perrotti. Inoltre,
ho frequentato “Il Pollaiolo”, Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo fondato dal prof. Francesco Corrao. Ho avuto una prima esperienza professionale nel pubblico in una ASL di Roma, poi in un Ente Ausiliario della Regione Lazio in qualità di direttore della CO.D.LA.S.S. s.r.l., infine dopo aver esercitato la libera professione per diversi anni nello studio allocato nella zona antica di Trastevere, mi sono trasferito al tuscolano, in Via Marco Decumio,15 (RM) dove attualmente svolgo in modo esclusivo la professione di psicoterapeuta.
La consapevolezza e il desiderio di volerne sapere di più, di voler avere la meglio con le sfide che i disturbi mentali ci pongono, quando cerchiamo di rimuoverli, caratterizzano il mio operare come psicoterapeuta.
E’ una professione che esercito con passione, non ho mai pensato di farlo solo per i soldi, per me ogni paziente è come una partita da vincere. In questo, so di metterci tutto quello che so e il come sono, non ho alcuna tentazione di voler strafare e nemmeno di dovermi risparmiare.
Nel mio operare sento l’influsso positivo di coloro che a vario titolo ho incontrato personalmente lungo il mio percorso formativo e professionale come: come i prof. Perrotti, Neri, Baglioni, Baruzzi, Corrao; la lunga frequentazione con l’amico e “maestro” Giancarlo Petacchi ha contribuito in maniera particolare a formare una sensibilizzazione su alcune tonalità psicoanalitiche (medicina psicosomatica, gruppo Balint) .
Bion dice che il paziente è il migliore alleato dell’analista, mi permetto di aggiungere anche, che l’analista deve essere il migliore alleato del paziente.
Ho imparato che in alcune situazioni, ma non sempre, occorre darsi da fare per indurre nelle sedute un significato sostenibile e chiarificante , nel senso di una maggiore partecipazione al dialogo con il paziente, per uno scambio più personale, emotivo, “caldo”, in luogo di “oggettive” interpretazioni.

Tecnica psicoterapia e modelli teorici di riferimento.

psicologo come opero
Foto dello psicologo Vittorio Mendicino

Bisogna che lo psicologo senta la responsabilità derivante dalla sua posizione e si addossi il compito di trovare il modo e le maniere per condurre il paziente a raggiungere gli obbiettivi psicoterapici possibili; in subordine, o più saggiamente, le colpe come i meriti sono di entrambi, non si deve addebitarne la responsabilità al paziente; similmente, un insegnante non può autoassolversi dicendo che gli alunni non si impegnano abbastanza, non studiano, non fanno i compiti; spetta a lui saperli motivare, trovare le strategie giuste per “tirarne su” dei buoni studenti. Allargando il campo, penso che bisogna dire basta con quegli adulti, politici, cosiddetti “esperti” che accusano i giovani “bamboccioni” d’oggi in ambito lavorativo, scolastico, famigliare, etico; se esistono delle colpe, queste sono proprio loro in quanto, occupando posizioni di guida, sottraggono, o permettono che vengano sottratti, alle nuove generazioni gli strumenti e gli spazi per affrontare la propria vita (lavoro, famiglia, futuro) da protagonisti.

Vittorio Mendicino (psicologo, psicoterapeuta di Roma)
Psicologo : chi sono, come la penso in quanto psicoterapeuta ,
come mi pongo :
Come psicoterapeuta credo che quando il paziente non trova alcun giovamento, non guarisce, lo psicologo non debba dire che il paziente non collabora, non s’impegna o non vuole guarire. Le interpretazioni dello psicologo devono essere a vantaggio del paziente, no dello psicologo.

La voce dello psicologo

Se si potesse intervenire prima su tanti piccoli disturbi, deficit, ombre che compaiono durante l’età infantile, questi poi potrebbero avere un esito migliore .
I disturbi psichici sono causati prevalentemente da motivi ambientali, includendo nel termine ambientale anche la madre e la famiglia (ambiente-madre sufficientemente buono, Winnicott).
I bambini che si trovano a vivere in una famiglia di genitori separati, conflittualmente separati, sono esposti maggiormente a sviluppare disturbi psichici e relazionali.
Tante separazioni familiari potrebbero essere evitate, o per lo meno essere
affrontate meglio, se ci si rivolgesse al momento giusto a uno psicologo esperto per essere aiutati.
Anche soltanto una chiarificazione, purché sia profonda e non superficiale o solo intellettualizzata, può contribuire in maniera determinante a far assumere al paziente quella sicurezza capace di spingere da dentro beneficamente e far evolvere la situazione per il meglio.

Lo psicologo psicoterapeuta non giudica, non dice deva fare cosi e non deve fare cola; ma allestisce un laboratorio mentale, avvia le manovre che portano alla migliore coltivazione dell’orto “delle relazioni); apre il cantiere della costruzione analitica.

L’empatia (la capacità di comprendere emozionalmente l’altro, il calore affettivo e l’autenticità sono qualità indispensabili nel lavoro psicoterapico.

Molto spesso il paziente offre solo il suo corpo e la sua mente sofferente, lo psicoterapeuta deve sapersi fare carico di come procedere per aiutarlo, deve trovare il quella specialissima situazione la via o il metodo che porta alla via.

Ai tempi di Freud  si pensava che  il “male abitasse “nel confitto psichico inconscio, oggi lo si vede in un’ottica più allargata, lo si considera come risultato di tappe evolutive danneggiate da un rapporto infante “ambiente madre” non sufficientemente buono.

psicologo e natura
foto via appia antica

Psicologo presentazione chi sono come opero in analisi

Costi della psicoterapia

Psicologo psicoterapeuta Dr Vittorio Mendicino modello teorico e pratico utilizzato nel processo d’aiuto psicoterapeutico e nel lavoro di consultazione. Opero prevalentemente a Roma sud ma ho pazienti che vengono anche da altre città.

Homepage