tempi durata psicoterapia

Quanto dura la cura con la psicoterapia

viaggio nell' inconscio
tempi durata fiore psicoterapia
Quanto dura un trattamento di psicoterapia.


Tempo e durata del trattamento psicoterapico.
Lo psicoterapeuta si lascia 10 minuti liberi, vuoti,
fra un paziente e l’altro.
La singola seduta d’analisi normalmente dura 50/55 minuti.
Il tempo necessario per un trattamento psicoterapeutico può variare da numerosi
fattori.
A volte, un solo incontro può essere chiarificatore (capace di schiarire dentro), in termini non razionali può essere capace di sciogliere quel “nodo difettoso”, che provocava il costante deragliamento dei pensieri nel passato problematico e delle sensazioni nel luogo delle inadeguatezze.
Durata della psicoterapia.
Di norma, nei casi meno sfavorevoli, quando c’è buona presenza di motivazione, scarsa strutturazione e radicamento delle difese e ambiente familiare sufficientemente buono, occorrono dai tre ai sei mesi di trattamento psicoterapico per poter ottenere risultati apprezzabili.

“Freud  nel  trattamento dell’impotenza di Gustavo Mahler citato da Jones  impiegò solo quattro sedute”

Tempi e durata di un trattamento con psicoterapia “analisi”
Nei casi con disturbi più importanti, dove le difese sono forti, radicate e strutturate e l’ambiente di vita e familiare non soddisfa i criteri di sufficienza, la durata del
trattamento psicoterapico si deve protrarre da uno a più anni per raggiungere buoni risultati.

temi e durata dei fiori d’analisi


Talvolta, in presenza di un quadro psicotico e in certe fasi, conviene dopo aver
valutato la situazione generale, più un trattamento di contenimento e di sostegno
(con incontri più diradati, con meno verbalizzazioni e interpretazioni in favore di un rapporto di migliore intimità) teso a evitare le ricadute e a far maturare la situazione, che una psicoterapia in senso stretto.
Ciascuna seduta, normalmente dura cinquanta minuti, dieci minuti il terapeuta li utilizza per “riconfigurarsi” con il paziente successivo.
La psicoterapia opera attraverso la relazione psicoterapica, la relazione spesso viene ostacolata, accecata, distorta involontariamente dai meccanismi di difesa inconsci. Più le difese sono forte e indispensabili , più il trattamento psicoterapeutico richiede tempo.
Il numero delle sedute settimanali ugualmente può variare da uno a tre; ma può
arrivare anche a cinque sei, a secondo lo specifico caso, il modello psicoterapeutico di riferimento e le esistenti reali possibilità.

Altri contributi sulla durata e sui tempi

La frequenza oramai si attesta a una seduta settimanale di un’ora, ma possono essere indicate a secondo del caso anche due sedute settimanali o una seduta ogni due settimane per terapia della famiglia ed altri casi. Video psicologo psicoterapeuta

Tempi più lunghi per casi particolari che richiedono una psicoterapia di contenimento e sostegno. La psicoterapia in certi casi si protrae nel tempo. Casi in cui si vuole evitare la ricaduta, il contenimento delle crisi, la protezione del lavoro e della famiglia. Talvolta questi trattamenti richiedono anche l’apporto psicofarmacologico.

Quelli che hanno avuto un percorso psicoterapico, “analisi” riferiscono sempre che per l’oro questo tipo di esperienza è stato il migliore investimento della loro vita.

La natura del disturbo, la struttura della personalità, la fase dell’insorgenza, del disturbo, eventuali trattamenti “TSO” ed ospedalizzazioni, il quadro e il contesto familiare, la presenza o meno di legami vivi, sono fattori che incidono in maniera determinante sia sul successo psicoterapico che sui tempi e la durata del trattamento.
L’avvistamento di motivazioni di senso vivo e gratificante , la vivificazione relazionale e parentale, la presenza del lusso emotivo luminoso e intonato, rappresentano evidenze dell’effetto positivo del processo psico-terapeutico.
Esistono delle scuole di pensiero che ritengono che una parte conclusiva del lavoro la deve sperimentare il paziente da solo, altri invece ritengono che lo psicoterapeuta debba condurlo ed accompagnarlo fino alla fine del processo terapeutico. La conclusione della psicoterapia debba corrispondere al fatto che il paziente è guarito, non ha più alcun problema psicologico.

Il tempo di un trattamento psicoterapico può dipendere anche dall’indirizzo o scuola d’appartenenza dello psicoterapeuta.

Social psicologo

Psicologo psicoterapeuta di Roma sud rif.:Metro A ,Tuscolana, Porta Furba, Cinecittà, Quadraro, Don Bosco, Appio Tuscolano, Appia, Casilina,
Via Marco Decumio,15 Roma Tel.3495760842

Articoli dello stesso autore

Home

Tags:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.