www.psicologiaeterapia.it

NOTE DI  PSICOTERAPIA

       home

  Sito dello psicologo Vittorio Mendicino di Roma. Tratta di  psicoterapia,psicoanalisi,psicologia,disturbi psichici,salute,articoli,ricerche. Offre risorse,indirizzi utili,

orientamento,informazioni,sostegno.Note di psicoterapia.

L'interpretazione psicoanalitica può essere vissuta anche come:
SMASCHERAMENTO, UMILIAZIONE, RIFIUTO, LODE, INCORAGGIAMENTO, SEDUZIONE, RICOMPENSA.

Le persone affette da gravi disturbi psicologici,  vivono importante ostilità  nei confronti dei genitori e delle persone più vicine; mentre questi ultimi credono di agire sempre per il loro bene con amore, pazienza e tempo.

L’aggressività, l’ostilità , il rancore e il  bisogno di vendetta che l'individuo sente nei confronti dei membri della propria famiglia, delle persone più care; vengono auto-interpretati sempre, come atti di giustizia in risposta a torti subiti. 

Questi sentimenti possono condurre in un mondo in cui prevalgono atmosfere colme di segnalazioni: “minaccia di pazzia !”. Nel caso in cui  il soggetto non rivela agli altri  i suoi vissuti (perché questi non capirebbero), o di “pazzia conclamata!!”, quando i pensieri e le azioni ostili vengono espresse e/o messe in atto senza remore.

Qualsiasi parola o azione che il “il paziente menzionato” riceve, viene vissuta e tradotta col vocabolario del negativo, del "dov'è l’inganno".

Si sente costantemente attaccato e questo causa la sua ostilità  “per legittima difesa”.

La cura dei disturbi psichici non può prescindere dal sanare le sanguinanti ferite affettive, (madre) relazionali, (genitori) emotive, (corpo-sensitive) del paziente . Questa cura viene svolta in maniera specialistica dalla psicoterapia psicoanalitica, ma anche da altre psicoterapie ed esperienze di vita che possono giungere come  fortunate e salutare. Gli psicofarmaci che pur possono dare un grande aiuto, da soli non possono curare il male.

La psicoterapia possiamo immaginarla come se fosse il processo di coltivazione di una delicata relazione in serra.

La riuscita  del buon "lavoro di coltivazione", del gioiso e rigoglioso processo di concimazione, di crescita, di fioritura, di fruttificazione della relazione paziente-terapeuta, si costituisce come esperienza che rettifica e sana le ferite e i disturbi.

L’interpretazione analitica, che è un processo graduale e ripetitivo, deve sempre funzionare a vantaggio del paziente.
L'interpretazione è, comunque, sbagliata quando:

- è tardiva
        - è precoce
        - è troppo "vestita" o troppo poco "vestita"
        - non si attacca perché "scivola"
        - non funziona

 

indietro