homepage                                                           www.psicologiaeterapia.it                                                                       Contatti

Come la penso        richiesta consulto        chiedi informazioni            cerca mappa      

   Studio di Psicologia e Psicoterapia 
  Dott. Vittorio Mendicino 
Via Marco Decumio,15 Roma  (metro porta furba)     riceve  per  appuntamento     richiesta informazioni
Contatti - e-mail :info@psicologiaeterapia.it  Tel.06 768080 - 3495760842
 
(iscrizione albo N°1055)  
 autorizzazione  3696/ u del  10  /06/ 2004. P.I.09678690588
 

Elenco di alcune Comunità Terapeutiche (CT)

Cerca qui

Psicologo
per consulti e psicoterapie a Roma
Presentazione

www.psicologiaeterapia.it

indice


disturbi mentali


psicoterapia


psicoanalisi


prevenzione


ospedali cliniche


sanità asl cliniche csm


sportello consulti

medicina


articoli


meditativi


utility


suggerimenti richieste


scambio link

 


 

Comunità terapeutica Francesco

key:psicologo,psicoterapeuta,Roma,comunità,terapeutica,Francesco,Valmontone,

Scheda  di presentazione della comunità terapeutica "Francesco"
(metodologia,linee guide,organico,capienza)
inviataci il 15/10/08 dalla
Dott.ssa Rosanna Mansueto
(Coordinatore)
Francesco - Comunità Socio-Riabilitativa per pazienti psichiatrici (10 posti)Roma -Valmontone via Cavour 12 Tel.069596383
Email: comunita.francesco@libero.it
 

PRESENTAZIONE

Secondo l’Organizzazione   Mondiale della Sanità si definisce  salute “ il benessere mentale, fisico  e sociale dell’essere umano”; infatti, l’odierna società ha messo in primo piano non solo bisogni di tipo materialistico, legati alla sicurezza fisica ed economica, ma anche e sempre più bisogni di tipo relazionale.

Vengono, infatti, sottolineati bisogni personali di autorealizzazione, bisogni di appartenenza ed integrazione: bisogni che non si figurano più soltanto nelle forme tradizionali, ma appaiono piuttosto legati alla costruzione della propria identità e che riflettano anche il desiderio di relazione.

Ed,allora, la riabilitazione per soggetti con disagio psichico deve rappresentare, appunto, un momento importante per l’avvio di un percorso che vede il soggetto non più solo immerso nelle proprie problematiche intrapsichiche e nei propri fantasmi, ma soprattutto lo deve impegnare in un graduale inserimento e confronto con il mondo esterno, in  uno sforzo di risocializzazione pur tenendo conto delle proprie difficoltà, disabilità e paure.

Questo nel tentativo di trovare una risposta personale al proprio disagio, ma sempre con lo scopo di superarlo.

Infatti, se le attività cliniche, la terapia farmacologica, i colloqui di sostegno, la psicoterapia, la terapia di gruppo e la partecipazione ai diversi laboratori hanno come fine il dare un senso ed un significato alla storia del paziente ed ai suoi comportamenti ( in modo che egli possa conoscere e capire i suoi vissuti, le sue angosce ed il proprio stile relazionale), la riabilitazione nella sua totalità pone il soggetto nel presente, lo impegna a perseguire un obiettivo, facilita la socializzazione attraverso l’organizzazione strutturata della vità in comunità, attraverso la relazione con gli operatori.

Infatti, l’equipè della Comunità Socio-Riabilitativa “Francesco” persegue questi obiettivi secondo un modello che considera l’interdisciplinarietà ed il lavoro di rete con il territorio come  punti fondamentali ed imprescindibili.

Essa deve offrire occasioni per lo  sviluppo delle potenzialità personali, deve proporsi come istanza di mediazione e di emancipazione, deve costituirsi come luogo che dall’interazione delle sue funzioni e dal coinvolgimento di tutte le sue componenti, trae il significato terapeutico-riabilitativo più saliente, dove la finalità è l’intervenire attraverso una relazione di sana ed adeguata reciprocità, con una riflessione “ ciascuno di noi ha nella propria vita delle pagine bianche che egli non conosce e che sono scritte per merito degli altri”

LA STRUTTURA

Il contesto in cui si colloca è di tipo urbano, ubicata nel quartiere popolare “Rinascita”, a ridosso della Chiesa di S.Sebastiano.La Comunità aperta il 3 gennaio 2003, è facilmente raggiungibile sia con il treno che con la macchina ed è collegata con il servizio di trasporto pubblico.

La disponibilità  di accoglienza è per dieci posti letto: ci sono cinque stanze per gli ospiti, uno studio per gli operatori, un salone, una cucina attrezzata, quattro bagni di cui uno per disabili, un cortile esterno .

Tutte le camere sono personalizzate dagli ospiti; si dispone di un pulmino per gli spostamenti delle varie attività svolte all’esterno della struttura ( es. cinema, teatro, gite, soggiorno estivo, musei,etc.).

IL PROGETTO TERAPEUTICO-RIABILITATIVO:ATTIVITA’ CLINICHE

Gli ospiti accedono alla Comunità attraverso il Dipartimento di Salute Mentale della ASL di appartenenza, con il quale la struttura elabora e condivide un progetto terapeutico psicoeducativo personalizzato, progetto che prevede appunto un costante confronto  tra gli operatori e lo psichiatra inviante.

Attualmente, tutti gli ospiti sono di sesso maschile, con una età compresa tra i 30-45 anni, affetti da schizofrenia residua o disturbi di personalità, con capacità residue non gravemente compromesse.

L’obiettivo immediato del progetto è la riacquisizione ed il consolidamento della capacità di autogestione, sempre con la presenza, il supporto e la supervisione dell’operatore, legata alla normale quotidianità, al consolidamento delle capacità relazionali con il gruppo di convivenza, con il contesto sociale del territorio, oltre all’acquisizione ed al rispetto di comportamenti socialmente accettabili sia nel contesto esterno sia in quello interno.

Gli ospiti vivono all’interno della Comunità impegnandosi in programmi diretti ad affrontare problemi e compiti organizzativi per favorire lo sviluppo delle competenze sociali, dell’autonomia e delle abilità.

Infatti, la quotidianità comincia con una organizzazione interna, attraverso dei turni, ad esempio per quanto riguarda la preparazione della colazione, la cura e le pulizie degli spazi personali e di quelli comuni, la preparazione dei pasti.

L’intervento strettamente clinico prevede la somministrazione di test, colloqui di sostegno con le famiglie, psicoterapia, gruppi terapeutici, attività cognitive, di socializzazione e del tempo libero.

Sono organizzati,infatti, diversi laboratori, alcuni richiesti dagli stessi ospiti.

  • Cineforum

  • Arteterapia

  • Biblioteca

  • Gruppo lettura

  • Progetto Benessere

  • Laboratorio di cucina

  • Giornalino interno “ Tutto un altro totem”.

EQUIPE’ TERAPEUTICA

  • Direttore Sanitario

  • Psichiatra

  • Coordinatore-Psicoterapeuta

  • Psicoterapeuta

  • Tec.della Psicologia

  • Tec.Riabilitazione Psichiatrica

  • Ass.Sociale

  • OSS

  • Infermieri Professionali

 

 

I nominativi, gli indirizzi, le mail, i telefoni riportati nelle pagine di questo sito, sono stati ricavati da libri, riviste,siti web di pubblico dominio in conformita` a quanto disposto dal D.Lgs. 196/2003.

Qualora qualcuno desidera apportare rettifiche, aggiornamenti o cancellazione dalle nostre pag. web  per i  dati che la riguardano,verrà soddisfatto  inviando questa  e mail:  info@psicologiaeterapia.it con scritto  rettifica, aggiorna o cancella

Studio Psicoterapeutico Dott.Vittorio Mendicino  Via Marco Decumio,15- Roma  (metro porta furba)
Tel.06 768080 -3495760842. email: info@opsicologiaeterapia.it
 autorizzazione 3696/u del 10 /06/2004.

psicologo psicoterapeuta

scambio link

segnalazioni

mappa del sito

indietro

 webmaster

www.psicologiaeterapia.it    Dott: Vittorio Mendicino (psicoterapeuta)  info@psicologiaeterapia.it

© psicologiaeterapia 2016

indietro